Forum Futuro Quotidiano 2021

L’idea emerge inevitabilmente da due stagioni di incontri, confronti, dialoghi e dibattiti del Forum che hanno visto più di 50 esperti, ingegneri, tecnici, umanisti, amministratori e politici, identificare prima nella casa quindi nel palazzo residenziale, il nucleo da cui sviluppare il futuro quotidiano. La seconda stagione del Forum del Futuro Quotidiano, che chiude giovedì 17 giugno il suo programma primaverile, oltre alla visione che continua ad animare il progetto e ai modelli, che definiscono una metodologia innovativa in evoluzione, focalizza sul condominio i primi progetti di integrazione di servizi e tecnologie. 

Su Modelli, Percorsi, Visione, interverranno Giuliano Noci, prorettore del Politecnico di Milano, che animerà la prima parte con Antonella Frisiello, ergonoma di Fondazione Links, Matteo Seraceni di Hera Luce, Gianni Massa, Vicepresidente Vicario del Consiglio Nazionale degli Ingegneri. Con Maurizio Melis a definire i Percorsi saranno, Paolo Perino, uno dei maggiori esperti del settore, Massimo Curcio di KPMG, Andrea Mondini, presidente di Federcondomini e Raffaele Veneruso, direttore marketing strategico di Comoli Ferrari. La parte finale ha un ulteriore parterre di ospiti che Carlo Alberto Carnevale Maffé di SDA Bocconi conduce a dare ulteriore concretezza al futuro: Fabio Moioli, di Microsoft, Marco Bentivogli, coordinatore di Base Italia, e Paolo Ferrari, AD di Comoli Ferrari, organizzatore della manifestazione. 

I disegni di Alessandro Bonaccorsi illustreranno i vari interventi, creando una mappa visuale. 

Una stretta collaborazione

Già da tempo il Gruppo Comoli Ferrari ha attivato una stretta collaborazione con ANCI Lab Lombardia, con Federcondomini, senza dimenticare Smart Building e numerose aziende e start up innovative, per andare al di là del percorso incentivate del 110%, per creare una vera proposta di networking per i professionisti del settore. Il progetto operativo si propone quindi di far interagire community diverse di individui e network di professionisti a un livello di interoperabilità adeguato ai servizi destinati a individui e famiglie quanto mai differenziati, offerti da operatori pubblici e privati, assicurando la massima accessibilità e integrazione. 

I temi portanti a livello orizzontale riguarderanno le questioni di autonomia energetica, di connettività, di raccolta ed elaborazione di dati e della trasformazione degli spazi in luoghi, considerando, oltre alle aree, le relazioni e le esperienze che devono sostenere. La prima fase prevede una mappatura, curata da ricercatori universitari, di servizi e tecnologie di base per supportare in ambienti domestici, il lavoro, lo studio, la cura di sé e degli altri, la vita di tutti i giorni e l'entertainment, con priorità per quelle che hanno già una predisposizione all’integrazione. 

Appuntamento anticipato alle 11 registrandosi al sito www.forumfuturoquotidiano.it per l’iscrizione.

Pin It

Continua a leggere